di Vincenzo Ceruso

La strage. L'agenda rossa di Paolo Borsellino e i depistaggi di via D'Amelio

La strage. L'agenda rossa di Paolo Borsellino e i depistaggi di via D'Amelio

Prezzo di listino €12,90 + 4 punti Giunticard
Prezzo scontato €12,90 + 4 punti Giunticard Prezzo di listino
Per la prima volta in oltre trent'anni, grazie a una fonte istituzionale mai ascoltata in precedenza, è possibile indicare il luogo dove sarebbe stata portata la famosa agenda rossa di Paolo Borsellino. Non solo: abbiamo delle indicazioni su cosa vi fosse scritto. Ma i dubbi e le ombre affrontati in questo libro non si fermano qui. L'attentato in via D'Amelio fu davvero condotto solo con un'autobomba? Perché la borsa del giudice ucciso è stata restituita ai familiari con mesi di ritardo, senza verbale di riconsegna e, soprattutto, stranamente vuota? E quali carte conteneva il giorno dell'attentato, che sembrano scomparse agli albori delle indagini? Servendosi di nuovi documenti e testimonianze, l'autore delinea il contesto di isolamento e delegittimazione vissuto da Borsellino nelle settimane precedenti la sua morte, e individua una concreta pista d'indagine sulla scomparsa dei documenti in possesso del giudice. Dopo questo libro, sarà possibile svelare finalmente quella che Fiammetta, la figlia del magistrato, ha definito "la verità della menzogna" su una delle stragi più spaventose dell'Italia repubblicana. Chi è il traditore nel nido di vipere? Quante bombe sono esplose il 19 luglio? Cosa aveva scoperto Paolo Borsellino indagando sul movente dell'attentato di Capaci? Un'inchiesta destabilizzante riscrive la storia della strage del 19 luglio 1992 attraverso documenti inediti, nuovi testimoni mai ascoltati in un'aula di tribunale e una rilettura delle fonti processuali.
Leggi di

Dettagli

Editore Newton Compton Editori
Copertina BC
EAN 9788822783431
Dimensioni da 20 a 27.9 cm
Lingue Italiano
Pagine 256
Data di uscita 20/11/2023

La carta fedeltà delle librerie Giunti al Punto